Il giovedì del prodotto dimenticato – Inchiostro di Neve Cosmetics

Non solo mi dimentico dei prodotti che compro, ma mi dimentico pure di fotografarli quando li riesumo per questa rubrica. Sono un disastro.
L’anno scorso ho comprato alcune cialde sfuse della palette Scurissimi di Neve, nello specifico Inchiostro, Incubo e Quadrifoglio e li ho piazzati nella palettina vuota che possiedo, sempre di Neve e che ospita anche cialde Kiko e Madina della stessa dimensione. Poi, come può succedere quando una palette non è costruita sul buon senso, ma a casaccio come la mia, è finita in fondo nel cassetto, perché per utilizzare quelle cialde devo poi tirar fuori sempre anche qualcos’altro e la mia pigrizia non lo consente.
Tuttavia sapevo che avrei scavato per tirar fuori questa palette uno di questi giovedì e oggi finalmente è stato il suo turno. Ero un po’ indecisa tra questi tre colori, ma poi ho pensato che il blu è un colore che uso molto poco, perciò è su di lui che è ricaduta la mia scelta. Inchiostro è un blu scuro bellissimo, davvero intenso: ha cambiato aspetto al mio viso anche appena picchiettato. Se io fossi un po’ meno pigra lo avrei lavorato con un po’ di turchese (dalla palettina Sleek usata la settimana scorsa) al centro della palpebra, come ho visto fare a Carlotta in questo tutorial, ma la mattina non ce la posso fare con questi ragionamenti sofisticati (?), perciò ho passato il mascara e via andare.
La cosa che mi ha sorpreso, di questa cialda, è che me la aspettavo polverosissima, invece per niente. Ora sono proprio curiosa di vedere come si comporteranno le altre due cialde della palette, mi sa proprio che le tirerò fuori per i prossimi giovedì (così hai visto mai che ci scappa anche una foto, a compensare della mia dimenticanza di oggi).
A giovedì prossimo con un altro prodotto dimenticato!

Il giovedì del prodotto dimenticato – Palette ICandy di Sleek

Lo ammetto, è praticamente da quando ho iniziato questo “progetto” del giovedì che penso a questa palettina Sleek. L’ho comprata l’estate scorsa e allora ha avuto un piccolo momento di gloria in cui l’ho usata abbastanza di frequente. Poi, con il cambio di stagione e l’arrivo di altri prodotti occhi è finita in fondo al cassetto. Ma sapevo che l’avrei tirata nuovamente fuori al momento opportuno e riutilizzata.
070 (FILEminimizer)
Nonostante questa palette sia uscita in estate e abbia delle tonalità squillanti che fanno pensare alla bella stagione, i colori che ho scelto per il trucco di oggi non sono particolarmente estivi, anzi, mi hanno fatto sempre pensare a quanto fosse versatile questa palette per un utilizzo in tutto l’anno.
Le cialde che ho scelto per il trucco di oggi sono infatti i due viola  (l’ultimo in alto a destra sulla palpebra mobile e il terzo in alto da sinistra sfumato nella piega), che amo in modo particolare, perché il viola è un colore che mi piace moltissimo ma che in genere mi fa sembrare come se fossi stata appena malmenata, mentre queste particolari tonalità di viola no.
Nell’angolo interno ho messo il rosa confettone (in alto a sinistra), facendo attenzione a sfumarlo bene, per non fare effetto “carnevale” (specie ora che siamo già in Quaresima). Poi ho passato una matita viola di Urban Decay.
Sulle guance il solito blush “Bella Bamba” di Benefit, principalmente perché ancora non ho tirato fuori tutti gli altri dallo scatolone dove sono stati gettati in fase di trasloco. Effettivamente un rosa più freddo mi sarebbe piaciuto di più. Sulle labbra anche qui rispunta un prodotto “semi-dimenticato”, ovvero Plumful di Mac, che ho adorato la primavera scorsa e che ho tirato fuori di recente, senza però utilizzarlo poi granché. Colore e profumo mi piacciono molto, peccato che la durata non sia eccelsa.

A giovedì prossimo con un altro prodotto dimenticato.

Assenza giustificata

Sono stata assente dal blog molto a lungo. Prima c’è stato il trasloco, che mi ha impegnata in ogni attimo. Poi, l’ultimo giorno nella casa vecchia la mia gatta è stata aggredita da un cane. Ha passato una settimana in clinica veterinaria, povera piccola, non facevamo che correre là per tutto il tempo che potevamo, mentre io facevo avanti e indietro tra pronto soccorso, centro antirabbico e centro vaccinazioni, perché nel tentativo di dividerli anch’io mi ero presa un morso. Poi alla gattina è sopraggiunta l’infezione, che nonostante le massicce dosi di antibiotico si è diffusa troppo per poter fare qualcosa. Sono ormai due settimane che lei non c’è più. Sabato avrebbe compiuto 5 anni, era con noi da quando aveva due mesi. E’ difficile spiegare quanto mi manchi, quanto mi prenda lo sconforto all’improvviso pensando che lei non è più con noi. Non ho avuto voglia, in questi giorni, di parlare di cosmesi e make-up e nemmeno di libri. Ho comunque cercato di continuare il mio “giovedì del prodotto dimenticato”, anche senza raccontarlo qui. Vorrei ricominciare, piano piano, se ho la costanza sufficiente, a seguire questo piccolo angolo di piacevoli frivolezze.

Questa è stata l’ultima foto che le ho scattato, solo una settimana prima dell’aggressione.

pina

Addio piccola grande Pina.