Migrazioni

Io ho due grandi passioni, sono i libri e sono i viaggi. Poi ne ho altre, diverse, ma queste sono le principali e quelle per me irrinunciabili.

Avevo (sì, avevo) un blog di viaggi e un blog di libri. Ad un certo punto mi sono resa conto che non aveva senso tenere le due cose separate. Quindi ho migrato tutti gli articoli riguardanti i libri, scritti su questo blog sul mio blog di viaggi: https://liseinviaggio.wordpress.com/

Visto che non parlo più solo di viaggi, forse il titolo del blog verrà cambiato, forse no.

Ad ogni modo questo blog che state vedendo ora, non verrà più aggiornato.

Annunci

Booktube Italia Legge Indipendente

La casa editrice di gennaio era Edicola Edizioni

La vendetta di Mende Speismann per mano della sorella Fanny

Tikkun o la vendetta di Mende Speismann per mano della sorella FannyTikkun o la vendetta di Mende Speismann per mano della sorella Fanny by Yaniv Iczkovits

My rating: 5 of 5 stars

L’orrendo titolo (credo ben diverso dall’originale), non rende giustizia a questo romanzo picaresco e spiritoso che porta il lettore attraverso insolite avventure in mezzo a personaggi curiosi nella Bielorussia di fine Ottocento. E’ la storia di una donna ebrea fuori dal comune, che ad un certo punto della sua vita decide di mollare la vita di famiglia, il villaggio, la routine, per mettersi alla ricerca del marito di sua sorella, fuggito anni prima. In realtà si tratta di una scusa che lei si racconta: quello che desidera veramente è essere libera, scoprire il mondo fuori dalle quattro mura della sua solita vita. Le avventure non mancheranno, ma il romanzo fa anche tanto riflettere sulla natura umana e mentre non manca di denunciare l’ostracismo che gli ebrei hanno sempre dovuto subire, punta anche il dito contro certi loro atteggiamenti negativi. Un’ottima lettura di intrattenimento.

View all my reviews

Parlarne tra amici – Sally Rooney

Parlarne tra amiciParlarne tra amici by Sally Rooney

My rating: 4 of 5 stars

Quattro stelle e mezzo, per la verità.
E’ difficile spiegare quanto mi sia piaciuto questo libro. Apparentemente è una storia banale: una ragazza di 21 anni troppo introspettiva e insicura ha una relazione con un uomo sposato più grande di lei. A differenza di quanto si legge/sente in giro, l’originalità o il valore di questa narrazione non sta nel fatto che il dialogo tra i protagonisti si svolga anche via email o con qualche sms. In questo non c’è niente di speciale.
Quello che io ho adorato è la capacità totale di rendere l’introspezione della protagonista in uno stile completamente paratattico e privo di descrizioni sui sentimenti. Noi sappiamo quello che prova solo vedendo ciò che le succede o ciò che fa.
La narrazione è completamente credibile, dall’inizio alla fine, la capacità di tutti i personaggi coinvolti nel complicare i rapporti è verosimile e per me l’identificazione con la protagonista (aspetto comunque non necessario) è stata totale.
Insomma, Sally Rooney scrive benissimo e può veramente scrivere di qualsiasi cosa.

View all my reviews

L’amico perduto – Hella Haasse

L'amico perdutoL’amico perduto by Hella S. Haasse

My rating: 3 of 5 stars

Un’amicizia tra due ragazzini (un olandese e un indonesiano) cresciuti in Indonesia ai tempi dell’occupazione olandese. Il romanzo tenta di raccontare di come un’amicizia spontanea si trovi ad evolvere anche negativamente a causa delle differenze sociali e razziali tra i due, ma in realtà quello che riesce meglio all’autrice è la descrizione dei luoghi e dei paesaggi dell’amata Indonesia nella quale è cresciuta.

View all my reviews

La lettura perfetta per l’8 marzo 



Assenza giustificata

Sono stata assente dal blog molto a lungo. Prima c’è stato il trasloco, che mi ha impegnata in ogni attimo. Poi, l’ultimo giorno nella casa vecchia la mia gatta è stata aggredita da un cane. Ha passato una settimana in clinica veterinaria, povera piccola, non facevamo che correre là per tutto il tempo che potevamo, mentre io facevo avanti e indietro tra pronto soccorso, centro antirabbico e centro vaccinazioni, perché nel tentativo di dividerli anch’io mi ero presa un morso. Poi alla gattina è sopraggiunta l’infezione, che nonostante le massicce dosi di antibiotico si è diffusa troppo per poter fare qualcosa. Sono ormai due settimane che lei non c’è più. Sabato avrebbe compiuto 5 anni, era con noi da quando aveva due mesi. E’ difficile spiegare quanto mi manchi, quanto mi prenda lo sconforto all’improvviso pensando che lei non è più con noi. Non ho avuto voglia, in questi giorni, di parlare di cosmesi e make-up e nemmeno di libri. Ho comunque cercato di continuare il mio “giovedì del prodotto dimenticato”, anche senza raccontarlo qui. Vorrei ricominciare, piano piano, se ho la costanza sufficiente, a seguire questo piccolo angolo di piacevoli frivolezze.

Questa è stata l’ultima foto che le ho scattato, solo una settimana prima dell’aggressione.

pina

Addio piccola grande Pina.